La guerra dell'arte Riassunto
 | 

La guerra dell'arte - riassunto di Steven Pressfield

Superare i blocchi e vincere le battaglie creative interne

La vita si dà da fare. Ha La guerra dell'arte ha preso polvere sul tuo scaffale? Raccogliete invece le idee chiave adesso.

Stiamo grattando la superficie in La guerra dell'arte riassunto. Se non avete ancora il bestseller di Steven Pressfield, ordinatelo. qui o ottenere il audiolibro gratis per conoscere i dettagli succosi.

La prospettiva di Steven Pressfield

Steven Pressfield è un autore di bestseller che ha pubblicato una dozzina di libri. Ha scritto narrativa storica, saggistica, sceneggiature cinematografiche e copie pubblicitarie. Ha pubblicato il suo primo romanzo, La leggenda di Bagger Vance, nel 1995. Il successo è stato tale che ne è stato tratto un film di successo con Matt Damon e Will Smith.

Pressfield è un ex marine e si è laureato alla Duke University. Ha utilizzato alcune strategie contenute nel libro per raggiungere il successo di cui gode oggi dopo oltre 30 anni di fallimenti. I romanzi di Pressfield sul mondo antico, compresa la saggistica L'ethos del guerriero, sono letture obbligatorie a West Point, Annapolis e nel Corpo dei Marines. Nel complesso, tutte le opere di Pressfield lo dipingono come il tipo di persona che si può incontrare e con cui si può iniziare una conversazione affascinante.

Introduzione

Vi è mai capitato di voler intraprendere qualcosa di creativo ma di non riuscire a sedervi e a metterlo in pratica? Vi siete mai svegliati pensando ai vostri obiettivi, per poi fare spallucce e rimandare il tutto a un secondo momento? La buona notizia è che siete in buona compagnia. Molte persone con grandi sogni lottano per superare potenti blocchi interiori, come la procrastinazione, i dubbi, la paura e la distruzione.

Steven Pressfield's La guerra dell'arte è un libro dedicato ad aiutare i creativi come te superare le barriere creative produrre un lavoro valido e soddisfacente.

Pressfield si richiama agli insegnamenti del suo percorso artistico e a quelli di altri artisti nel corso della storia per ispirare e guidare i creativi che vogliono uscire dal blocco creativo.

Ecco una ripartizione dei punti chiave del libro.

🎧 Ascolta

StoryShot #1: La resistenza è ciò che ostacola il vostro successo

L'esercizio fisico e la dieta sono le forme più comuni di fallimento che la maggior parte di noi sperimenta. Molti di noi portano a casa un attrezzo per l'esercizio fisico o pagano un abbonamento in palestra, per poi saltare l'allenamento.

Ma l'abbandono non si limita solo all'esercizio fisico e alla dieta. La maggior parte fallisce anche nell'essere genitore, medico o sostenitore.

Se avete mai vissuto una battaglia interiore che vi impedisce di raggiungere un obiettivo che vi siete prefissati, avete sperimentato quella che Pressfield chiama "resistenza".

La resistenza è una forza tossica che porta povertà, malattie e disfunzioni. Deforma il vostro spirito e vi impedisce di realizzare i vostri sogni.

La resistenza non è limitata a pochi individui. Quasi tutti, ad un certo punto, attraversano un periodo in cui non sono in grado di impegnarsi in un obiettivo che hanno fissato.

Un esempio di come tutti siano inclini alla Resistenza è la storia di Hitler. A 18 anni espresse il desiderio di diventare un artista. In seguito spese le 700 corone ricevute in eredità per trasferirsi a Vienna a studiare. Fece persino domanda all'Accademia di Belle Arti e poi alla Scuola di Architettura. Secondo Pressfield, Hitler fece i primi passi verso il suo sogno, ma alla fine fu soggetto alla Resistenza e iniziò la Seconda Guerra Mondiale invece di abbellire il mondo con l'arte. Un altro esempio è Henry Fonda. Anche dopo aver parlato per anni su diversi palcoscenici, l'affermato attore aveva ancora paura del palcoscenico.

La resistenza prende di mira il tuo nucleo. Mira a uccidere l'essenza stessa del tuo essere. Ciò che è unico e inestimabile di te non prospera più, e come tale, non vivi mai la tua verità.

StoryShot #2: la resistenza diventa più forte quando ci si avvicina alla meta

Le resistenze si manifestano all'inizio dell'azione verso il vostro sogno e vi accompagnano per tutto il viaggio. La resistenza diventa ancora più forte quando ci si avvicina al raggiungimento dell'obiettivo.

La storia di Odisseo è quella che meglio cattura questa idea. Si racconta che Odisseo, durante il suo viaggio, era così vicino a casa che poteva vedere la sua casa, Itaca, e il luogo in cui la sua famiglia aveva appiccato il fuoco sulla riva. Sentendosi al sicuro, si sdraiò per riposare e sognò di essere con la sua famiglia nel giro di poche ore.

Tuttavia, i suoi uomini lo tradirono e rubarono avidamente la sua borsa, liberando i forti venti donati a Odisseo dal re Eolo. I venti portarono la nave di Odisseo fuori rotta, ritardando il suo ritorno a casa. Questo è un ottimo esempio di come la resistenza si manifesti man mano che ci si avvicina al proprio sogno.

La resistenza si manifesta spesso in modi diversi, tra cui la paura, la procrastinazione e la critica. Tra questi, il dubbio su se stessi è il nemico più grande. Può essere un indicatore di aspirazione perché riflette l'amore per i nostri sogni. Ci mente, facendoci credere di essere sulla strada giusta per raggiungere i nostri obiettivi. Infine, ci paralizza e ci impedisce di raggiungere i nostri obiettivi.

StoryShot #3: Per superare la resistenza, devi superare l'essere un dilettante

Le persone che riescono a superare la resistenza sono quelle che accettano di essere dilettanti. Queste persone accettano il loro livello di abilità. Questo non significa che non abbiano interesse a migliorare le proprie capacità.

Per battere la Resistenza, non si può andare verso i propri obiettivi a metà. Gli inseguimenti part-time non ti porteranno al livello che desideri. Devi essere un professionista che affronta il suo obiettivo a tempo pieno. Devi avere la dedizione necessaria per raggiungere la perfezione nel tuo campo di scelta.

Non potete permettervi di lavorare ai vostri sogni solo quando l'ispirazione vi assale. Non potete lasciare che la resistenza vi scoraggi. Impegnatevi a presentarvi ogni mattina. In questo modo, ogni giorno, combatterete la resistenza. Alla fine, il succo fluirà con la stessa facilità e sarà l'inizio dell'affinamento delle vostre capacità.

Vedetela in questo modo. Siete in costante lotta con la resistenza. Non potete permettere che il rifiuto, la disperazione o i dubbi su voi stessi vi impediscano di vincere questa battaglia. Come Steven Pressfield, impegnatevi a presentarvi ogni giorno, anche se vi sentite demotivati.

StoryShot #4: Per diventare un professionista, devi imparare dal fallimento

Se siete come tutti noi, probabilmente temete la possibilità di fallire. Ma essere un professionista significa presentarsi ogni giorno. Significa anche provare costantemente tecniche diverse per inseguire la perfezione.

Ci saranno giorni in cui si fallirà in qualcosa quando si cerca la perfezione. Significa anche esporsi al giudizio del mondo quando non si riesce a realizzare qualcosa. Inoltre, vi sottoporrete a un feedback che potrebbe non essere sempre positivo.

Un buon esempio del fallimento di Pressfield è la sua collaborazione con Ron Shusett quando scrissero la sceneggiatura del film King Kong Lives per Dino DeLaurentiis. Erano sicuri che il film sarebbe stato un successo. Invitarono tutti i loro conoscenti alla prima e affittarono persino un locale per una grande festa. Purtroppo non è venuto nessuno. C'era letteralmente un solo ragazzo in fila, e i loro amici e familiari si lamentavano delle scene orribili presenti nel film.

Ancora peggio, il film ha ricevuto una cattiva stampa. Tuttavia, sottolinea che sono rimasti ottimisti sul fatto che il film avrebbe ottenuto un certo successo. Purtroppo non è stato così e il film è fallito. Questo è un ottimo esempio di come si debba essere disposti a subire qualche colpo sulla strada della professionalità.

Devi anche essere paziente e disposto ad accontentarti di una gratificazione ritardata. Sylvester Stallone è l'esempio perfetto di questa presa di coscienza, specialmente la storia di come ha impegnato così tanto tempo per scrivere la sceneggiatura di Rocky. Era disposto a sopportare il dolore, la persistenza e la pazienza necessari per raggiungere la grandezza.

StoryShot #5: Come un professionista, evitare scuse, accettare critiche costruttive e accettare aiuto

Presentarsi ogni giorno, nonostante la mente e il corpo protestino, richiede un certo impegno. Ma dovete guardare oltre questi ostacoli per creare l'esperienza unica che vedete per voi.

Per realizzare questo percorso unico, non cercate scuse. Imparate a condurre l'attività che vi porterà al vostro sogno, indipendentemente dagli ostacoli. Le scuse vi allontanano dal vostro sogno, cosa che non potete permettervi.

Quando affrontate gli ostacoli, comportatevi in modo robusto e costante. Considerate ogni giorno come una battaglia e le scuse come gli ostacoli che dovete superare per vincere.

Bisogna anche accettare di non sapere tutto. Dovete avere uno spirito di insegnamento ed essere disposti a ricevere istruzioni.

Inoltre, dovete accettare il feedback, anche quando è negativo. Sviluppate la forza mentale per accettare questo feedback. Temere il rifiuto non farà altro che allontanarvi dal raggiungimento del vostro obiettivo. Come professionisti, dovete mettervi in gioco e accettare tutto ciò che ne consegue. In generale, accettate di convalidare voi stessi.

StoryShot #6: Per evocare la tua musa, devi lavorare sodo e rimanere dedicato

Potrebbe sembrare che la Resistenza sia sempre pronta a colpirvi. Fortunatamente, alcune forze vogliono che anche voi abbiate successo.

Pressfield chiama queste forze "angeli in astratto". Pensate a queste forze che lavorano per fornirvi ispirazione e motivazione. La vostra parte dell'accordo consiste nell'impegnarvi a presentarvi ogni giorno.

Considerate di iniziare la vostra routine quotidiana ringraziando le Muse. Così facendo, in sostanza, invocate le Muse per aiutarvi a rimanere concentrati e ispirati. Tuttavia, un semplice rituale quotidiano o delle affermazioni non sono sufficienti a fare la magia. È necessario aggiungere il duro lavoro e la dedizione. Questi vi apriranno a forze positive al di fuori del vostro controllo che vi aiuteranno a superare la resistenza.

StoryShot #7: Essere aperti a lavorare in modo territoriale e non gerarchico

Che ne siamo consapevoli o meno, la maggior parte dei creativi si definisce in modo gerarchico. È difficile evitarlo nella società materialista di oggi. È il modo in cui la nostra società è strutturata. Attribuiamo valore a noi stessi in base a ciò che indossiamo, a dove lavoriamo, a quale auto guidiamo e a chi amiamo. Le gerarchie ci circondano.

Purtroppo, queste gerarchie non reggono più nel mondo. Se, come creativi, ci si definisce in base a queste gerarchie, ci si colloca in un ordine gerarchico. Si finisce per competere con tutti all'interno di questo ordine prestabilito. Confrontate il vostro lavoro, il vostro successo e i vostri risultati con quelli di tutti gli altri.

Questo è dannoso perché si lega la propria soddisfazione e felicità a quella degli altri. In definitiva, si insegue un grado invece di produrre capolavori per se stessi.

In poche parole, le gerarchie vi costringono in una scatola. Invece di lavorare in modo gerarchico, considerate la possibilità di lavorare in modo territoriale. Scegliete un territorio e perfezionatelo. Esempi significativi sono Stevie Wonder, il cui territorio era il pianoforte, e Arnold Schwarzenegger, che ha scelto la palestra come suo territorio.

Per rivendicare il vostro territorio, lavorate all'interno di una nicchia in cui vi sentite sostenuti. Dovrebbe fornirvi il carburante e le sfide per migliorare la vostra vita.

Il vostro territorio vi restituisce esattamente ciò che avete investito. Ciò significa che la quantità di lavoro che avete svolto equivarrà alla qualità che otterrete. I territori sono equi e ciò che si deposita è esattamente ciò che si ritira, dollaro per dollaro.

Per capire se lavorate in modo territoriale o gerarchico, guardatevi intorno per vedere se il vostro lavoro e il vostro ambiente vi mettono ansia. Inoltre, se siete alla costante ricerca di conferme, probabilmente lavorate in una gerarchia.

StoryShot #8: agire oggi

Per andare avanti, iniziate con l'auto-riflessione. La retrospettiva dovrebbe aiutarvi a determinare ciò che siete nati per fare. A tal fine, è necessario essere onesti con se stessi riguardo a ciò che fa battere il cuore. Assicuratevi di scriverlo e di fare i primi passi per raggiungere questo obiettivo.

Una cosa che dovresti ricordare è che il lavoro creativo non dovrebbe essere egoistico o di interesse personale. La tua creatività è il tuo dono al mondo. Visto che è il tuo contributo al mondo, sarebbe ingiusto ingannare il mondo con un lavoro meno che stellare. Come tale, impegnatevi a superare la Resistenza con abbastanza lavoro e disciplina.

Attuate la vostra rivoluzione interna, che è un'insurrezione privata che vi porterà a riprogrammare il modo in cui vi comportate nel vostro lavoro creativo.

Riassunto finale e recensione di The War of Art

Steven Pressfield's La guerra dell'arte si propone di aiutare i creativi a superare la procrastinazione, la paralisi e la distrazione costante. L'idea principale è che tutti hanno un nemico subdolo chiamato Resistenza, che sabota i loro sogni. La Resistenza è responsabile, tra le altre cose, della paura, dei dubbi su se stessi, delle scuse e delle cattive abitudini.

Le tre lezioni più importanti che abbiamo tratto da La guerra dell'arte sono: 

  1. Non siete gli unici a lottare con la Resistenza. 
  2. Tratta il tuo sogno come un lavoro a tempo pieno. 
  3. Impegnatevi in un territorio e lavorateci. Questo vi dà il potenziale per cambiare il mondo.

Complessivamente, i risultati sono:

  • La resistenza è l'energia negativa che si frappone tra te e i tuoi sogni.
  • La resistenza assume molte forme, tra cui l'auto-dubbio, la procrastinazione e la costante ricerca di convalida.
  • Per sconfiggere la Resistenza, bisogna presentarsi ogni giorno e lavorare sodo.
  • L'universo sostiene la vostra creatività attraverso le Muse, alle quali potete attingere per ottenere il succo creativo.
  • I professionisti non dovrebbero preoccuparsi della gerarchia. Piuttosto, concentrarsi sul territorio.
  • La resistenza può essere una buona cosa, perché vi assicura che state perseguendo una causa valida.
  • Trattate il vostro sogno come un lavoro a tempo pieno, non come un hobby. Non limitatevi ad armeggiare occasionalmente per qualche ora e aspettatevi di raggiungere il livello di abilità che vi permette di distinguervi dalla massa.
  • Diventate professionisti, non accettate scuse, sopportate le avversità e non prendete mai sul personale i fallimenti. La resistenza vi farà temere il feedback, dubitare dei vostri progressi e impedirvi di chiedere aiuto.

Valutazione

The War of Art porta un po' di amore severo per i creativi e gli uomini d'affari che hanno dovuto lottare con qualche blocco creativo mentre lavoravano verso i loro sogni. Buoni esempi dal viaggio creativo di Pressfield e da quello di innumerevoli altre menti creative della storia sono usati per sostenere i concetti in esso contenuti.

Soprattutto, questo libro è una grande lettura. Senza dubbio, il libro è un page-turner e segna facilmente 4.3 / 5.

Come giudica La guerra dell'arte di Steven Pressfield in base a questo riassunto?

Clicca per valutare questo libro!
[Totale: 0 Media: 0]

Disclaimer

Questo è un riassunto e un'analisi non ufficiale.

Nota dell'editore

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta nell'aprile 2022. È stato aggiornato nel maggio 2022.

La guerra dell'arte PDF, infografica, audiolibro gratuito e riassunto animato del libro

Ti sono piaciute le lezioni che hai imparato qui? Condividi per dimostrare che ci tieni.

Nuovo su StoryShots? Scarica il PDF, l'infografica, l'audio e le animazioni versioni di questo riassunto di La guerra dell'arte e centinaia di altri libri di saggistica bestseller nel nostro app gratuita di alto livello. È stato descritto da Apple, Google, The Guardian e l'ONU come una delle migliori app di lettura e apprendimento al mondo.

Questa era la punta dell'iceberg. Per immergersi nei dettagli e sostenere l'autore, ordinatelo qui o ottenere il audiolibro gratis.

La guerra dell'arte citazioni

Riassunti di libri correlati

Fare il lavoro

Flusso

L'ego è il nemico

Maestria

Lavoro profondo

Linchpin

Grit

Come fallire in quasi tutto e vincere ancora alla grande

Originali

Creatività Inc

L'alchimista

La guerra dell'arte: riassunto
  • Risparmiare

Articoli simili

2 Commenti

  1. Mi piace molto l'arte della guerra.

    Sempre releio o ouço o áudiobook.

    A prescindere dal titolo del libro, i concetti possono essere utilizzati in varie forme nella nostra vita.

    Mi piacciono le opinioni diverse sui concetti del libro.

    Per avere un'idea di come le idee di Sun Tzu abbiano un impatto sulla storia, esiste un parco commemorativo in Cina, dove è localizzato il monumento di Sun Tzu.

    Qui si trova un'altura di 13 metri, che simboleggia i 13 capitoli del libro "A Arte da Guerra".

    L'omaggio è stato fatto perché, così come Confúcio, il nome e l'opera di Sun Tzu sono conosciuti a livello globale.

    1. ¡De nada! Gracias por el comentario! È bello sapere che a te piace tanto "Arte da Guerra"! In realtà, i concetti di questo libro hanno molte applicazioni nella vita quotidiana. È affascinante come l'opera di Sun Tzu abbia avuto un impatto significativo nella storia, al punto da essere omaggiata con un parco commemorativo in Cina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.