Riassunto del lavoro profondo di Cal Newport PDF
 |  |  |  | 

Riassunto e infografica del lavoro profondo | Cal Newport

Regole per il successo concentrato in un mondo distratto

Riassunto del lavoro profondo di Cal Newport PDF

La vita si dà da fare. Ha Lavoro profondo è stato nella vostra lista di lettura? Scoprite subito le intuizioni chiave.

Stiamo grattando la superficie in questo Lavoro profondo riassunto. Se non avete già il famoso libro di Cal Newport sulla produttività, ordinalo qui o ottenere l'audiolibro gratuitamente per conoscere i dettagli succosi.

Introduzione

Avete mai sentito la vostra concentrazione dissolversi nel nulla ogni volta che il vostro telefono squilla? Avete lottato per mantenere un pensiero mentre la vostra mente passa da una distrazione all'altra? È una situazione comune nel mondo iperdigitale di oggi. Ma non preoccupatevi, Cal Newport ha Lavoro profondo ha le risposte che tutti stiamo cercando.

In un'epoca dominata dai social media e dalle notifiche via e-mail, la concentrazione profonda può sembrare una causa persa. Eppure, il libro di Cal Newport Lavoro profondo sostiene l'importanza di questa concentrazione per navigare nel nostro mondo guidato dall'informazione. Il libro ha due obiettivi, perseguiti in due parti. Nella prima parte, dimostra che "l'ipotesi del lavoro profondo è vera". La seconda parte è dedicata all'azione. Avete la teoria, ora è il momento di rimboccarsi le maniche.

Mentre vi immergete nelle chiavi di lettura del lavoro profondo, preparatevi a scoprire come padroneggiare la vostra concentrazione e aumentare la produttività. Newport fornisce dati scientifici e piani per aiutarvi a costruire una pratica produttiva di lavoro profondo. 

Ascoltare

Informazioni su Cal Newport

Cal Newport è professore di informatica alla Georgetown University. Oltre all'attività accademica, scrive di tecnologia e cultura digitale. Newport ha scritto per il New Yorker e il New York Times. Ha anche un blog di lunga data, Study Hacks, che riceve milioni di visite all'anno. 

Newport è autore di sei libri di auto-miglioramento, tra cui il bestseller Minimalismo digitale e Così buono che non possono ignorarti. Il suo lavoro è stato pubblicato in oltre 25 lingue ed è apparso in molte pubblicazioni nazionali, tra cui il New York Times, il Wall Street Journal e l'Economist.

StoryShot #1: A differenza del lavoro superficiale, il lavoro profondo aumenta la tua produttività

Il lavoro profondo comporta lunghi periodi di concentrazione senza distrazioni. Questo grado di concentrazione vi aiuta a spingere le vostre capacità cognitive al limite. Questi sforzi creano nuovo valore, rafforzano le vostre capacità e sono difficili da replicare. In effetti, il lavoro profondo ottimizza le prestazioni e consente di produrre al massimo livello.

L'opposto del lavoro profondo è il lavoro superficiale. Il lavoro profondo consiste nel concentrarsi su un compito particolare che richiede uno sforzo mentale intenso e prolungato. Il lavoro superficiale è il tipo di attività che richiede uno sforzo mentale minimo e può essere svolto mentre si svolgono altre attività. Questi sforzi creano poco nuovo valore nel mondo e sono facili da replicare. Il lavoro superficiale comprende rispondere alle e-mail, controllare i social media e partecipare alle riunioni. Il lavoro superficiale può talvolta essere utile. Permette di rilassarsi e di fare delle pause. Ma il problema è quando ci concentriamo inconsciamente su attività superficiali piuttosto che su attività profonde più importanti.

StoryShot #2: Il lavoro profondo è prezioso

Il lavoro profondo non è l'unica competenza preziosa nella nostra economia. Tuttavia, è una delle competenze essenziali da acquisire. Quando si è in uno stato di lavoro profondo, il risultato è unico e non può essere replicato da altri. Ad esempio, avete fatto qualcosa di prezioso se riuscite a concentrarvi sulla scrittura di un codice difficilmente replicabile. 

Se volete essere vincenti nella nuova economia, dovete possedere due abilità fondamentali:

  1. La capacità di imparare cose difficili: La capacità di apprendere rapidamente argomenti complessi giocherà un ruolo fondamentale nel tentativo di padroneggiare ed eseguire qualsiasi abilità. Gli istruttori di yoga, ad esempio, devono padroneggiare abilità fisiche sempre più complesse. Per eccellere nel campo della medicina, è necessario padroneggiare le ultime ricerche.

Il lavoro profondo è l'atto di creare valore intellettuale concentrandosi su un compito cognitivamente impegnativo. È come la pratica deliberata, in cui si utilizza il lavoro profondo per sviluppare le proprie capacità. Si tratta di fare cose per migliorare le proprie prestazioni e di ricevere un feedback specifico.

La pratica deliberata ha tre caratteristiche distintive: richiede un grande sforzo, si concentra sul miglioramento di una parte specifica della prestazione e prevede la ripetizione continua.

  1. La capacità di produrre risultati di alta qualità: Per essere un professionista in qualsiasi abilità, è necessario padroneggiarla, ma non è sufficiente. Alla fine, ciò che conta è produrre risultati tangibili con le conoscenze acquisite.

    La formula di Newport per produrre un lavoro di alto livello è: Lavoro di alta qualità prodotto = (Tempo speso) x (Intensità di concentrazione)

StoryShot #3: Il lavoro profondo è raro

La richiesta di leggere e rispondere rapidamente alle e-mail è un esempio di comportamento distraente sul posto di lavoro. Ma essere costantemente connessi sul posto di lavoro è particolarmente utile? Leslie Perlow, docente della Harvard Business School, ha scoperto che i professionisti passano più di venti ore alla settimana a controllare le e-mail. Essi ritenevano necessario rispondere a qualsiasi e-mail entro un'ora dal suo arrivo. Il tempo trascorso a controllare le e-mail è uno spreco di tempo potenziale che si può dedicare a compiti più importanti.

In definitiva, la tendenza a controllare le e-mail riduce il nostro benessere e la nostra produttività. Ma non abbiamo bisogno di questa cultura della connettività sul posto di lavoro. Il comportamento e la cultura del luogo di lavoro possono incoraggiare attività improduttive come il monitoraggio costante delle e-mail.

Newport descrive tre principali mentalità che hanno allontanato le aziende dal lavoro profondo:

  1. Il principio della minima resistenza: Quando non riceviamo un feedback sull'impatto dei diversi comportamenti, facciamo quello che è più facile. 
  2. L'indaffaramento come proxy della produttività: La mancanza di chiari indicatori di produttività può portare a questi comportamenti improduttivi. Di conseguenza, molti lavoratori della conoscenza si orientano verso un indicatore di produttività industriale, ovvero fare visibilmente molte cose. Può sembrare cruciale convincere se stessi e gli altri che si sta facendo bene se si usa l'impegno come proxy.
  3. Il culto di Internet: Il "tecnopolio" si verifica quando si presume che una nuova tecnologia sia buona senza considerare i compromessi. Il lavoro profondo richiede di rifiutare le distrazioni high-tech. Ma le tendenze popolari promettono una maggiore esposizione, serendipità e risposte rapide.

StoryShot #4: Il lavoro profondo è significativo

Ciò a cui prestiamo attenzione dà forma al nostro mondo. Quindi, considera il tipo di mondo mentale costruito quando dedichi un tempo significativo a sforzi profondi. Supponiamo che possiate coltivare un'attenzione profonda al vostro lavoro. In questo caso, questo vi impedirà di notare i molti compiti più piccoli e meno piacevoli che inevitabilmente popolano la vostra vita.

Il lavoro è in realtà più facile da godere rispetto al tempo libero. Newport sottolinea che i lavori hanno obiettivi, regole di feedback e sfide integrate, proprio come le attività di flusso. Ognuna di queste caratteristiche incoraggia il coinvolgimento nel lavoro, la concentrazione e il perdersi nel momento. Il tempo libero, invece, non è strutturato. Il tempo libero richiede uno sforzo molto maggiore per essere piacevole.

Per abbracciare il lavoro profondo nella propria carriera e indirizzarlo verso la coltivazione delle proprie competenze è necessario uno sforzo. È un ottimo modo per trasformare le mansioni lavorative da un lavoro noioso a qualcosa di divertente. Newport descrive questa trasformazione come un portale verso un mondo pieno di esperienze splendenti e meravigliose.

Ora immergiamoci nelle quattro regole del Lavoro Profondo:

StoryShot #5: La prima regola del lavoro profondo è lavorare "profondamente".

Il lavoro profondo è essenziale, ma la concentrazione sul lavoro non sarà mai priva di distrazioni. I vostri compiti prioritari ne risentiranno se controllate costantemente le e-mail e le notifiche. Combattiamo i desideri tutto il giorno. Un recente studio ha mostrato che i nostri cinque principali desideri comprendono:

  • Prendersi una pausa dal duro lavoro
  • Controllare le nostre e-mail e i siti di social network
  • Navigare sul web
  • Ascoltare la musica e
  • Guardare la televisione

Questo studio suggerisce l'importanza di adottare strategie specifiche per rafforzare il lavoro profondo.

Coltivare un rituale di lavoro profondo:

  1. Considerate "dove" lavorerete e per "quanto tempo": Il vostro rituale deve specificare un luogo per i vostri sforzi di lavoro profondo. Questo luogo può essere semplice come il vostro ufficio abituale, con la porta chiusa e la scrivania pulita.
  2. Considerate "quale approccio al lavoro" adotterete una volta che avrete iniziato a lavorare: Per mantenere il vostro rituale strutturato, avete bisogno di regole e processi. Ad esempio, potreste vietare l'uso di Internet. Potreste anche puntare a mantenere una metrica come le parole prodotte per ogni intervallo di venti minuti per mantenere alta la concentrazione.
  3. Considerate "come" sosterrete il vostro lavoro: Il vostro rituale deve garantire che il vostro cervello riceva il supporto necessario per continuare a lavorare a un livello elevato di profondità. Per esempio, il vostro rituale di abitudine potrebbe prevedere di iniziare la giornata lavorativa con una tazza di buon caffè. Questo caffè dovrebbe contribuire ad accelerare la velocità di risveglio del cervello. Dovete assicurarvi di avere accesso a cibi nutrienti per mantenere la vostra energia. Infine, considerate la possibilità di integrare nella vostra routine lavorativa un leggero esercizio fisico, come una passeggiata. L'esercizio fisico può aiutare a mantenere la mente lucida.

Decidere la propria filosofia di profondità

Avete bisogno di una "filosofia personale" per integrare il lavoro profondo nella vostra vita professionale. Esploriamo quattro strategie uniche per il lavoro profondo:

  1. Filosofia monastica: Immaginate di escludere le distrazioni. Niente messaggi dai social media o riunioni inutili. Solo voi, il vostro spazio di lavoro e il vostro compito. Questo è il modo in cui alcuni accademici, scrittori e persone che si gestiscono da soli fanno accadere la magia. Riducendo al minimo gli obblighi superficiali, creano un rifugio per un lavoro ininterrotto e ad alta concentrazione.
  2. Filosofia bimodale: Immaginate la vostra settimana divisa in due metà distinte. Una parte è dedicata al lavoro profondo e coinvolgente. L'altra metà è dedicata a tutto il resto. Potete riservare il lunedì e il mercoledì a compiti mirati e lasciare che il resto della settimana si occupi di altre responsabilità. 
  3. Filosofia ritmica: Questo approccio trasforma il lavoro profondo in un'abitudine regolare e ininterrotta. L'obiettivo è affrontare il compito ogni singolo giorno, creando un ritmo che diventi una seconda natura. È come lavarsi i denti. Invece di combattere le carie, si coltivano la costanza e i progressi. 
  4. Filosofia giornalistica: In questo caso, si inserisce il lavoro profondo ogni volta che gli orari lo consentono. Questo metodo richiede però un alto livello di disciplina mentale per passare da una modalità all'altra. Per una mente disciplinata, passare dalla modalità superficiale a quella profonda è uno strumento efficace, anche se non è consigliato ai principianti. 

StoryShot #6: Per lavorare profondamente, devi separare vita e lavoro

Dovreste anche introdurre nella vostra giornata una regolare e sostanziale libertà dalle preoccupazioni professionali. Ad esempio, cercate di evitare di preoccuparvi di questioni lavorative quando non state lavorando. Queste preoccupazioni rovinano il vostro benessere e ostacolano le vostre ore di lavoro. Quando si torna al lavoro, ci si sente stanchi e stressati. Se vi concedete un po' di ozio durante le ore non lavorative, potrete lavorare di più. 

Alla fine della giornata lavorativa, chiudete la considerazione dei problemi di lavoro fino al giorno successivo. Quindi, non dovreste mai controllare le vostre e-mail dopo cena. Inoltre, non bisogna rivedere le conversazioni di lavoro o pianificare la settimana lavorativa successiva. Spegnetevi completamente e godetevi il vostro tempo di relax.

I tempi di inattività e l'avere un punto di arrivo chiaro della giornata lavorativa possono migliorare significativamente le prestazioni lavorative in tre modi:

  1. I tempi morti facilitano le intuizioni: Gli studi dimostrano che la mente inconscia è in grado di risolvere problemi complessi meglio della mente cosciente. Ne consegue che se si lascia riposare il cervello cosciente, si dà modo alla mente inconscia di risolvere i problemi professionali più complessi. 
  1. I tempi morti aiutano a ricaricare le energie necessarie per lavorare a fondo: Trascorrere del tempo nella natura o osservare scene naturali aiuta a concentrarsi. La capacità di focalizzare l'attenzione può essere ripristinata se si concede una pausa all'attività.
  1. Il lavoro che sostituisce il tempo di inattività serale raramente ha molta importanza: La quantità di lavoro profondo che si può fare al giorno è limitata. Se siete attenti al vostro programma, dovreste raggiungere la vostra capacità di lavoro profondo durante il giorno. Quindi, alla sera, si è oltre il punto in cui si può continuare a lavorare in profondità e in modo efficace. Di notte, quindi, non farete un lavoro di alto valore, ma un lavoro superficiale di basso valore che richiede molto tempo. 

StoryShot #7: La seconda regola è abbracciare la noia

La prima regola ci insegna come integrare il lavoro profondo nel nostro programma e sostenerlo con routine e rituali. Queste routine sono rituali progettati per aiutarvi a raggiungere costantemente il limite attuale della vostra capacità di concentrazione.

La seconda regola contribuirà a migliorare notevolmente questo limite. Dovete imparare a vivere senza distrazioni. Una volta che si è cablati per la distrazione, la si desidera. Per avere successo con il lavoro profondo, è necessario ricablare il cervello per resistere agli stimoli di distrazione. Questo non significa che si debbano eliminare i comportamenti di distrazione. È invece sufficiente abbandonare la capacità di questi comportamenti di dirottare la vostra attenzione.

La capacità di concentrarsi intensamente è un'abilità che dobbiamo imparare. Prendersi cura della propria concentrazione è importante quanto prendersi cura del proprio corpo. È difficile concentrarsi se si cede alle distrazioni al primo segno di noia nella vita quotidiana.

Theodore Roosevelt è un esempio di persona che ha adottato una strategia simile a quella di Newport. Individuate un compito che è in cima alla vostra lista di priorità. Stimate il tempo che di solito mettete da parte per un impegno di questo tipo. Poi, datevi una scadenza rigida che riduca drasticamente questa stima di tempo. Se possibile, impegnatevi pubblicamente a rispettare la scadenza. Ad esempio, potreste dire alla persona che riceverà il progetto finito quando dovrà aspettarselo. Se questo non è possibile, motivatevi impostando un timer per il conto alla rovescia sul vostro telefono e apponendolo in un punto in cui non possiate evitare di riconoscerlo mentre lavorate.

A questo punto, dovrebbe esserci un solo modo per portare a termine il compito profondo in tempo: lavorare con grande intensità. Non potrete fare pause per le e-mail, sognare a occhi aperti, sfogliare Instagram o andare alla macchinetta del caffè troppo spesso. Dovete attaccare il compito con ogni neurone libero, come Roosevelt. Se vi impegnate con vera intensità, il vostro compito cederà sotto la vostra incessante concentrazione.

Iniziate a provare questo esperimento solo una volta alla settimana. In questo modo il vostro cervello si eserciterà con l'intensità, ma avrà anche il tempo di riposare tra un compito e l'altro. Quando vi sentirete sicuri della vostra capacità di scambiare la concentrazione con il tempo di completamento, potrete aumentare la frequenza.

StoryShot #8: La terza regola del lavoro profondo è abbandonare i social media

Lasciare una maggioranza distratta per unirsi a una minoranza concentrata è un'esperienza trasformativa. Non tutti possono vivere una vita profonda. Ci vorranno molti sforzi e cambiamenti nelle proprie abitudini. La falsa sensazione di impegno che deriva dalla messaggistica veloce e dai post sui social media offre a molti un senso di sicurezza. Ma la vita profonda richiede di lasciarsi alle spalle la maggior parte di tutto questo. Quando si cerca di dare il meglio di sé, ci si trova di fronte alla possibilità che non sia poi così grande, almeno non ancora. È più sicuro fare osservazioni sulla nostra cultura piuttosto che salire sul ring roosveltiano e cercare di portarla a uno stato migliore.

Newport affronta questo argomento in modo approfondito in uno dei suoi famosi Colloqui TED. Sostiene che i social media hanno creato dipendenza fin dalla loro introduzione anni fa. Ci rendiamo sempre più conto che questi strumenti frammentano il nostro tempo e riducono la nostra capacità di concentrazione.

La nostra forza di volontà è limitata. Pertanto, più strumenti allettanti ci sono per attirare la nostra attenzione, più difficile sarà concentrarsi su qualcosa di importante. Per questo motivo, per padroneggiare l'arte del lavoro profondo, dovete riprendere il controllo del vostro tempo e della vostra attenzione dalle numerose distrazioni che tentano di rubarli.

Dovresti creare un isolamento dai social media. Bandite voi stessi da tutti i social network. Questo include Facebook, Instagram, Twitter, Snapchat e TikTok. Non devi cancellare i tuoi account in modo permanente, ma dovresti iniziare cancellando le app per trenta giorni. È importante che evitiate anche di menzionare online che state per cancellarvi. Invece, smetti di usare queste piattaforme di social media del tutto.

Ponetevi queste due domande dopo trenta giorni di isolamento autoimposto dalla rete:

  1. Gli ultimi trenta giorni sarebbero stati notevolmente migliori se avessi utilizzato questo servizio?
  2. Alla gente importava che non usassi questo servizio?

Se la risposta è "no" a entrambe le domande, abbandonate definitivamente il servizio. Se la risposta è un chiaro "sì", tornate a utilizzare il servizio. Se la risposta è negativa o ambigua, sta a voi decidere se tornare al servizio. Ma propendete sempre per l'abbandono. Adottando questo approccio, si spenderà meno tempo in procrastinazioni poco importanti.

StoryShot #9: La quarta regola del lavoro profondo è drenare le acque basse

Le secche di Nicholas Carr è il titolo di un libro su come Internet influisce sul nostro cervello e sulla nostra vita. Il lavoro superficiale, come rispondere alle e-mail e andare alle riunioni, è spesso inevitabile, ma in definitiva di scarso valore. Se volete lavorare in profondità, dovete svuotare i bassifondi. Dovete programmare il tempo per il lavoro profondo e dedicare il minor tempo possibile al lavoro superficiale. Non lasciate che il lavoro superficiale impedisca quello profondo.

Ecco come Newport ti suggerisce di farlo:

Dividete le ore della vostra giornata lavorativa in blocchi e assegnate le attività ai blocchi. Ad esempio, potreste bloccare dalle 9.00 alle 11.00 il tempo necessario per scrivere il comunicato stampa di un cliente. Per applicare pienamente questo approccio, disegnate una scatola che copra le linee corrispondenti a queste ore. Poi, all'interno del riquadro, scrivete "comunicato stampa". La durata minima di un blocco dovrebbe essere di trenta minuti.

Quando avete finito di programmare la giornata, ogni minuto dovrebbe far parte di un blocco. Avete assegnato a ogni minuto della vostra giornata lavorativa un compito. Ora, durante la vostra giornata, usate questo programma come guida.

Molto spesso, il tuo programma verrà interrotto, quindi assicurati di rivedere il tuo piano.

Lavoro in profondità Sintesi e revisione finale

Lavoro profondo è la capacità di concentrarsi senza distrazioni su un compito cognitivamente impegnativo. L'autore e professore Cal Newport ha coniato questo termine nel suo popolare blog Study Hacks. Il lavoro profondo permette di ottenere di più in meno tempo. Fornisce un senso di appagamento che deriva dalla padronanza di un'abilità. In breve, il lavoro profondo è come un superpotere nella nostra economia sempre più competitiva.

Il lavoro profondo è raro e richiede disciplina per essere mantenuto. È anche significativo e porta soddisfazione e impegno nella vostra carriera. Adottate un rituale di lavoro profondo, scegliete una filosofia di lavoro profondo adatta a voi e assicuratevi di separare il lavoro dal tempo di relax per ottenere risultati ottimali.

Per massimizzare la produttività del lavoro, seguite queste quattro regole:

  1. Lavorare in profondità
  2. Abbracciare la noia
  3. Abbandonare i social media
  4. Drenare i fondali

Sfruttate queste quattro discipline di esecuzione (4DX) per ottenere risultati eccezionali:

  • Individuate ciò che è estremamente importante. Questo è il vostro obiettivo. Fatene la vostra missione.
  • L'azione è fondamentale, ma non un'azione qualsiasi: si tratta di misure per i lead. Sono queste le attività che guideranno il vostro successo. 
  • Non dimenticate di tenere il punteggio! Un interessante tabellone vi mantiene motivati e in carreggiata. 
  • Stabilite una routine di responsabilità con controlli, aggiornamenti e aggiustamenti regolari. Festeggiate le vittorie, imparate dalle sconfitte e continuate ad andare avanti.

Ci auguriamo che questi punti chiave vi servano da tabella di marcia. Questo riassunto vi aiuterà a rimanere concentrati, a trasformare la vostra vita lavorativa e a potenziare la vostra memoria. È ora di dire addio ai compiti di tipo logistico e di lasciarsi alle spalle il lavoro superficiale. 

Mentre vi avviate verso una maggiore concentrazione e produttività, ricordatevi di condividere i vostri trionfi. Taggateci sui social media e ispiriamo gli altri insieme.

Valutazione

Valutiamo Deep Work 4,2/5. 

Come giudica il libro di Cal Newport sulla base di questo riassunto?

Clicca per valutare questo libro!
[Totale: 10 Media: 4.6]

Infografica

Ottenete la sintesi infografica completa e di alta qualità di Deep Work su Applicazione StoryShots.

Lavoro profondo Infografica Cal Newport 1 pagina libro riassunto produttività riassunto recensione PDF punti salienti citazioni lettura grafica headway Sumizeit audiolibro gratuito
  • Risparmiare

Nota dell'editore

Questo pezzo è stato pubblicato per la prima volta nel 2021. È stato rivisto e modificato il 20 maggio 2023.

Il lavoro profondo PDF, audiolibro gratuito e riassunto animato del libro 

Questa era la punta dell'iceberg. Per approfondire i dettagli e sostenere Cal Newport, ordinalo qui o ottenere l'audiolibro gratuitamente.

Vi è piaciuto quello che avete imparato qui? Condividete per dimostrare che vi interessa e fatecelo sapere contattando il nostro supporto.

Nuovo su StoryShots? Ottieni le versioni in PDF, audiolibro e animazione di questo riassunto di Deep Work e di centinaia di altri bestseller di saggistica nella nostra app gratuita di altissimo livello. È stata segnalata da Apple, The Guardian, The UN e Google come una delle migliori app di lettura e apprendimento al mondo.

Il lavoro profondo seleziona le citazioni

Riassunti di libri correlati

Riassunto del lavoro profondo PDF Cal Newport Infografica
  • Risparmiare

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.