Riassunto del libro Il grande balzo
  • Risparmiare
 |  |  | 

Il grande balzo - Riassunto - Gay Hendricks

Al momento della stesura di questo articolo, i tassi di ansia e depressione sono saliti alle stelle, con un aumento di un incredibile 25% in pochi mesi. Questo non sorprende, visto il gran numero di motivi di stress e preoccupazione. Le attività quotidiane possono trasformarsi rapidamente in caselle estremamente stressanti da controllare.

E se poteste superare le cause della vostra ansia? E ancora meglio, se poteste contemporaneamente seguire la vostra vera vocazione e trovare la vera felicità? Alcuni potrebbero considerarlo un sogno irrealizzabile, o addirittura ridicolo, ma è esattamente ciò che Gay Hendricks delinea e cerca di risolvere con il suo libro.

La paura, l'ansia e i dubbi che derivano dalla ricerca del successo non sono gli unici limiti. Gay attribuisce gran parte della colpa al Limite Superiore e alla paura del successo stesso. Date un'occhiata ad alcuni dei migliori spunti tratti da Il grande salto, di Gay Hendricks, qui sotto!

Informazioni su Gay Hendricks

Gay Hendricks è insegnante, scrittore e psicologo con una vasta esperienza nel campo della crescita personale. Si occupa anche di intelligenza corporea e di dinamiche relazionali. Molti lo conoscono per aver sviluppato esercizi di respirazione consapevole e per i suoi insegnamenti di crescita personale.

Gay ha conseguito il dottorato di ricerca in psicologia nel 1974 presso l'Università di Stanford. Ha portato i suoi insegnamenti all'Università del Colorado presso il Dipartimento di psicologia del counseling. Dopo aver fondato l'Hendricks Institute, continua le sue lezioni ancora oggi. È autore di oltre 35 libri insieme alla moglie, la dottoressa Kathlyn Hendricks.

Introduzione

Avete mai avuto la sensazione di aver bisogno di qualcosa in più per raggiungere la felicità, che si tratti di impegno, denaro o altro? The Big Leap analizza cosa blocca la maggior parte delle persone e come superare questi problemi.

In questo titolo Gay Hendricks delinea un'ampia varietà di ostacoli comuni alla felicità. Molti di questi sembrano quasi invisibili alla maggior parte delle persone. Se amate leggere libri, potreste prendere in considerazione l'idea di dare un'occhiata a questo libro per conoscere tutti i tratti che potrebbero ostacolarvi e le diverse strategie per superarli e raggiungere la felicità.

StoryShot #1: Imparare ciò che si è disposti a fare

Prima di qualsiasi decisione importante, è importante stabilire quanto impegno una persona è disposta a mettere in campo per portare a termine il proprio lavoro e produrre risultati. In questo modo ci si avvicina alla comprensione del Limite Superiore, una sorta di barriera al miglior tipo di vita che una persona può vivere. In riferimento, ci sono quattro domande sulla volontà di un individuo.

Il lettore deve porsi quattro domande specifiche sulla volontà:

  • Siete disposti a dedicare più tempo a sentirvi bene ogni giorno?
  • Siete disposti ad aumentare il tempo in cui tutta la vostra vita avrà momenti migliori?
  • Siete disposti a sentirvi bene per più tempo e a far sì che le cose vadano sempre meglio?
  • Siete disposti a fare il grande salto per raggiungere i massimi livelli di successo in creatività, denaro e amore?

La persona media potrebbe provare una certa resistenza nel porsi queste domande. Non preoccupatevi, perché è del tutto normale. Probabilmente siete abituati a non provare livelli di felicità mediamente elevati.

Questo porta, ed è causato, da molteplici paure. La più comune è la paura di fallire, indipendentemente dallo sforzo. Ecco perché è importante scoprire cosa si è disposti a fare, impegnarsi e andare fino in fondo.

StoryShot #2: Individuare e affrontare le proprie paure

È molto probabile che la resistenza alla felicità sia dovuta a paure impercettibili che provengono dal profondo. Ci si potrebbe aspettare che si tratti di paure di fallimento, di imbarazzo, provare qualcosa di nuovoo sforzo malriposto. Per sforzo malriposto si intende il lavoro svolto in qualcosa che potrebbe non essere la propria vera vocazione. Tuttavia, ci sono anche le paure del successo e del raggiungimento del proprio potenziale.

Sì, consapevolmente o meno, potreste avere paura di ottenere esattamente ciò che volete. Il primo passo per migliorare è identificare i problemi che vi affliggono. Quindi, per raggiungere la felicità e fare il grande salto per superare il vostro limite superiore, dovete prima identificare queste paure.

Prima di capire quali sono queste paure, però, è bene dare un'occhiata più da vicino alle scuse che si adducono quotidianamente. Queste scuse spesso forniscono una piattaforma per queste paure.

È importante capire che la paura di avere successo potrebbe essere direttamente legata alla paura di perdere la capacità di usare quelle scuse. Le persone tendono a preferire di rimanere nella loro zona di comfort, che di solito richiede un'ampia gamma di scuse. Rompere questo schema e capire che il successo non significa soffrire è la chiave per superare questa paura.

Un modo per affrontare certe paure prevede esercizi di respirazione. L'idea è che la paura prenda il controllo del modo in cui si respira. Quindi, se riuscite a riprendere il controllo, potete liberarvi di certe paure. Respiri lenti, deliberati e profondi possono aiutarvi a riprendere il controllo delle situazioni difficili.

Potreste anche pensare di imparare ad amare le vostre paure. Dopo tutto, fanno parte della vostra vita. Accogliere sia il dolore che il piacere è il processo di apprendimento della consapevolezza. Questa, a sua volta, può fornire abbondanti quantità di energia positiva.

Esaminate ciò che vi spaventa, accettatelo e impegnatevi completamente.

StoryShot #3: Identificare e navigare nelle diverse zone di vita

Prima di entrare nel dettaglio del Limite Superiore e del Grande Salto, è importante comprendere le diverse zone di vita in cui le persone risiedono. Le persone tendono ad orientarsi verso una di queste quattro e fanno di tutto per rimanervi.

Queste zone sono, dal basso verso l'alto:

  • Zona di incompetenza
  • Zona di competenza
  • Zona di eccellenza
  • Zona del genio

La zona di incompetenza comprende le attività che si fa fatica a imparare o a concentrarsi. È un'area a cui dovreste dedicare la minor quantità di tempo possibile. La zona di competenza comprende le attività in cui voi, e molti altri, siete bravi. Di solito è meglio assegnare questi compiti a qualcun altro.

La zona di eccellenza è quella in cui risiedono le attività in cui si è bravissimi. E, sebbene sia comoda, rimanere qui troppo a lungo porta solo alla sofferenza.

Quindi, dovreste trovare un modo per entrare nella vostra zona di genio. È qui che si trovano le cose che solo voi potete fare nel vostro stile specifico. È lì che dovreste trascorrere la maggior parte del vostro tempo.

StoryShot #4: Riconoscere i comportamenti e gli schemi di pensiero negativi

Durante la scalata verso il successo e la felicità, potreste cominciare a sperimentare pensieri negativi intrusivi. Questi possono portare a comportamenti che non favoriscono giornate produttive. È più probabile che questi comportamenti si verifichino quanto più ci si avvicina al raggiungimento degli obiettivi.

Questa è una delle variabili più significative che possono impedire a qualcuno di fare il grande salto e superare il proprio limite massimo. È quindi importante dedicare un po' di tempo, ogni giorno, a prendere nota di quali potrebbero essere questi pensieri e comportamenti negativi. Prima li riconoscete, meglio è.

Gli esempi più comuni sono le preoccupazioni inutili, il biasimo e la critica, la deviazione e l'argomentazione coerente.

Preoccupazione inutile

L'avvicinarsi al raggiungimento di un obiettivo può causare un'ansia apparentemente casuale. Siete esattamente al punto in cui volete arrivare, giusto? Ebbene, questo è il momento in cui le persone tendono a diventare dipendenti dal risultato e iniziano a immaginare scenari in cui le cose possono andare male.

È possibile calmare queste preoccupazioni con due domande:

  • Le vostre preoccupazioni sono realistiche?
  • C'è qualcosa che potete fare per le vostre preoccupazioni?

Rispondere no a entrambe le domande significa dedicare tempo a preoccupazioni inutili. Dovreste agire subito. Prendete in considerazione l'idea di riconoscere le preoccupazioni inutili e di concentrarvi su qualcos'altro. Potete anche provare a sottolineare le cose positive che stanno accadendo nella vostra vita in quel momento.

Deviazione

La deviazione consiste nel non considerare l'energia positiva nella propria vita per rimanere nella propria zona di comfort. L'esempio più comune è quello di ignorare un complimento. Abbracciate l'energia positiva, anche quando può sembrare scomodo farlo.

Argomenti coerenti

I litigi costanti sono un altro segno di disagio e uno sforzo per tornare a sentirsi a proprio agio. Di solito si tratta di un gioco di potere o di uno sforzo per diventare la vittima in una determinata situazione. Questo, ovviamente, libera una persona dalle responsabilità, rendendo più facile addossare le conseguenze delle proprie azioni a qualcun altro.

Se riuscite a comprendere questa dinamica, potete assumervi il 100% della responsabilità delle vostre azioni, rimettendo il potere nelle vostre mani. Quando non si è vittime, significa che si ha la capacità di reagire a una situazione in modo appropriato.

È estremamente importante evitare di assumere il ruolo di vittima in qualsiasi situazione.

Colpa e critica

La critica e il biasimo sono alcuni dei manierismi che creano maggiore dipendenza. Sono modi molto poco impegnativi per evitare di accettare la propria realtà. Sebbene non diano sensazioni positive, permettono di proteggere il proprio ego e di rimanere nella propria zona di comfort.

Questi comportamenti sono anche segni di invidia. Evitate di difendere il vostro ego mettendo gli altri in secondo piano e noterete un aumento significativo dell'energia positiva nella vostra vita.

StoryShot #5: Evitare la dipendenza dal comfort

Molti credono che la zona di comfort si sia guadagnata questo nome perché è un luogo sicuro in cui risiedere. Tuttavia, è vero l'esatto contrario. La zona di comfort è quella in cui si è più in pericolo.

La zona di comfort è un luogo in cui si pone involontariamente un limite fisso alla propria capacità di successo e felicità. E la cosa peggiore è che non è necessario un grande sforzo per raggiungere il tetto di questi limiti fissi in questa zona. Così, le persone sono attratte dall'idea di "perché lavorare di più se non otterrò nulla di più?".

Il Grande Balzo implica il concetto di uscire dalla propria zona di comfort, di saltare oltre la propria zona di eccellenza e di trovare il proprio posto nella zona del genio. Quindi, se non provate disagio nella vostra situazione attuale, probabilmente siete bloccati nella vostra zona di comfort.

Comprendete che i limiti che vi siete imposti sono immaginari e che alcuni disagi possono rivoluzionare la vostra vita. Spesso, un buon modo per iniziare è quello di leggere libri pertinenti ai propri obiettivi, o riassunti di libri come questo per risparmiare tempo.

StoryShot #6: Accettare che va bene essere felici

Per quanto riguarda le limitazioni, la maggior parte delle persone crede di non meritare nemmeno di essere felice. Disattendete completamente questo sistema di credenze. Sogni, aspirazioni e speranze non sono innatamente irraggiungibili. Piuttosto, le persone razionalizzano il motivo per cui non li meritano.

Questo dilemma si presenta in due forme. La prima è che le persone non credono nella loro capacità di raggiungere i propri obiettivi. L'altra è la convinzione che una volta raggiunti i propri sogni, questi avranno vita breve.

Quindi, i fattori limitanti sono due. Le persone evitano di impegnarsi perché pensano di non farcela. Alcuni si impegnano e raggiungono un livello superiore. Ma iniziano ad avere pensieri intrusivi e a sabotarsi con le preoccupazioni. Sono proprio questi comportamenti a trasformare le preoccupazioni in realtà.

Questo è noto come problema del limite superiore. Mantenete una mente aperta! È fondamentale capire che vi meritate la felicità e il successo.

StoryShot #7: Raggiungere la zona del genio

Come già stabilito, la paura e la preoccupazione sono due dei fattori più limitanti per le persone quando si tratta di trovare il successo e la felicità. Raggiungere o entrare nella propria zona di genio implica, ovviamente, ridurre il più possibile questi due fattori.

Uno dei modi in cui potete iniziare a entrare nella vostra zona di genio è attraverso le affermazioni. Il modo corretto di mettere in pratica le affermazioni è quello di pronunciarle ad alta voce con voce dolce. Alzate lentamente il volume della voce fino a quando non vi sembrerà di pronunciare queste affermazioni al mondo intero.

Anche se può sembrare un concetto stupido, queste affermazioni possono fare la differenza. Un esempio è: "Mi impegno a usare tutti i miei sforzi per trovare il mio posto nella mia zona di genio, dove posso trovare il mio successo e la mia felicità e contribuire al mondo".

StoryShot #8: Ingannare il subconscio

Le affermazioni aiutano ad assicurarsi di essere sulla strada giusta. Tuttavia, e forse è ancora più importante, funzionano per ingannare il vostro subconscio e farvi ottenere ciò che desiderate. Il vostro subconscio non è in grado di distinguere ciò che è reale o meno da ciò che gli date in pasto.

Quindi, le affermazioni e i pensieri che fate sono percepiti come completamente reali dal vostro subconscio. Potete trarre un vantaggio completo e totale da questa situazione facendo le affermazioni giuste.

È una strategia particolarmente utile quando si è alle prese con una decisione. Può trattarsi, ad esempio, della scelta di un corso di laurea o di un lavoro. Affermate a voi stessi che siete capaci e che si tratta solo di scegliere ciò che vi piace di più.

Se ci si sente capaci, si abbandonano automaticamente le paure e le preoccupazioni inutili di cui sopra. Questo è fondamentale anche per raggiungere la zona del genio.

StoryShot #9: Rimanere in carreggiata con il No illuminato

Il raggiungimento della zona di genio non è la fine della storia. Sia sul sentiero che nella zona del genio, bisogna imparare a usare il No illuminato, una strategia essenziale per evitare le distrazioni e assicurarsi di mantenere la rotta.

Non è così facile come potrebbe sembrare. Dire di no a distrazioni ovvie è un compito facile. Il no illuminato consiste nel rifiutare di allontanarsi dal proprio cammino, per quanto attraenti possano apparire alcune azioni alternative.

Per esempio, diciamo che siete intenzionati a diventare sviluppatori di software. È la vostra passione e avete stabilito che è il settore in cui vi sentite più a vostro agio. Ma un amico vi presenta un'altra opzione di carriera.

Il vostro amico dice che quest'altra carriera pagherà il doppio di quanto potreste guadagnare come sviluppatore di software. È persino pronto a prestarvi alcuni dei migliori libri disponibili per questa carriera.

Accettare questa offerta, in alcuni casi, e spostare l'attenzione vi allontanerà dalla vostra zona di genio. E, a prescindere dagli altri benefici che questa alternativa potrebbe portare, scenderete lentamente in zone più basse.

Pertanto, il No illuminato è un metodo da utilizzare per determinare se una certa decisione vi manterrà nella vostra zona di genio. In caso contrario, è importante rifiutare l'opportunità e rimanere concentrati sulla carriera di sviluppatore di software utilizzata nell'esempio.

Naturalmente, se si presenta un'altra opportunità che corrisponde allo scopo della vostra zona d'ingegno, vale la pena provarci. Altrimenti, il No illuminato farà in modo che evitiate le distrazioni e mettiate tutto il vostro impegno in ciò che avete stabilito essere la vostra vera vocazione.

StoryShot #10: Diventare padroni del proprio tempo

Molti ritengono che il tempo sia la causa principale di conflitti e stress. Gestione del tempoCome molti pensano, è essenziale per costruire le fondamenta del successo e della felicità. Le persone tendono a creare barriere, usando il tempo come scusa.

Si dirà che non si ha abbastanza tempo a disposizione ogni giorno o che si è arrivati troppo tardi nella vita per raggiungere i propri obiettivi perché non si ha più molto tempo a disposizione. Questo è considerato il tempo newtoniano. Quindi, non si tratta solo di gestire la settimana lavorativa.

La verità è che siete voi i padroni del vostro tempo. Potete crearlo o distruggerlo e non potete trovarlo da nessun'altra parte o da nessun altro. Quindi, dovete appropriarvene e capire che è una vostra responsabilità.

Spostate la vostra attenzione dal lamentarvi del tempo all'imparare ad ammettere che è vostro compito crearlo e gestirlo correttamente. Questo cambia completamente la prospettiva. Significa che è più probabile che creiate un programma che favorisca il raggiungimento dei vostri obiettivi.

Questo è noto come vivere nel tempo di Einstein e capire che il tempo viene da noi stessi. Ognuno di noi ha le stesse 24 ore al giorno. Impadronirsi di questo tempo e gestirlo correttamente è un altro degli elementi essenziali per trovare il successo.

Il grande salto: sintesi finale

The Big Leap, di Gay Hendricks, è un titolo accessibile per chi è interessato a trovare un modo per progredire seriamente nella vita. È un'opportunità per gli individui di guardarsi dentro e sconfiggere i vari tratti che li trattengono dal raggiungere la felicità autentica. Copre una varietà di argomenti apparentemente complessi, ma offre anche strategie uniche e accessibili per lavorare intorno e con essi.

Spiccano questioni come la comprensione della propria volontà e l'identificazione e la gestione delle proprie paure. Una volta stabilito se siete disposti o meno a fare il grande salto, dovreste iniziare a esaminare le paure che potrebbero essere nascoste al vostro interno. Potreste essere sorpresi di scoprire che in realtà avete paura del successo in sé e per sé.

In The Big Leap c'è anche molto da imparare per quanto riguarda l'identificazione e la gestione di zone della vita, comportamenti negativi e schemi di pensiero negativi. Tenerli a mente mentre si lavora per raggiungere i propri obiettivi può aiutare a rimanere sulla strada giusta durante l'intero processo.

Avrete anche maggiori probabilità di trovare e mantenere il successo se riuscirete a evitare la vostra zona di comfort e ad accettare che è giusto essere felici. Il comfort potrebbe essere il segnale che non state vivendo al massimo delle vostre potenzialità. E questo potrebbe essere dovuto al fatto che sentite segretamente di non meritare di essere felici.

Infine, potete utilizzare alcuni strumenti per eliminare i fattori che limitano il vostro successo. Le affermazioni sono un ottimo modo per farlo, perché ingannano il vostro subconscio facendogli credere una realtà che potrebbe non essere reale. Quando vi sentite distratti, potete sempre ricorrere al No illuminato per assicurarvi che le vostre azioni siano allineate con i vostri obiettivi. L'ultimo strumento è la gestione del tempo e la consapevolezza che siete voi a creare il vostro tempo.

Ecco una panoramica dei punti chiave per un rapido riferimento:

  1. Scoprite cosa siete disposti a fare
  2. Individuare e affrontare le proprie paure
  3. Identificare e navigare nelle diverse zone di vita
  4. Riconoscere i comportamenti e gli schemi di pensiero negativi
  5. Evitare la dipendenza dal comfort
  6. Accettare che va bene essere felici
  7. Raggiungere la Zona del Genio
  8. Ingannare il subconscio
  9. Rimanere in carreggiata con il no illuminato
  10. Diventate padroni del vostro tempo
  • Risparmiare

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.