|  | 

Sesso all'alba Riassunto e analisi del libro | Christopher Ryan e Cacilda Jethá

La vita si dà da fare. Sex At Dawn è rimasto a prendere polvere sul tuo scaffale? Raccogliete invece le idee chiave adesso.

Qui stiamo grattando la superficie. Se non hai ancora il libro, ordina il libro o ottieni l'audiolibro gratis per imparare i dettagli succosi.

Sinossi

Sex at Dawn ha fatto scalpore nel 2010 alla sua uscita, con punti di vista innovativi che sfidavano lo status quo. L'editorialista del sesso Dan Savage lo ha definito il libro più importante dopo Kinsey. Tuttavia, il famoso psicologo cognitivo Steven Pinker lo ha definito un lavoro di pseudoscienza. 

Concentrandosi sull'evoluzione della monogamia negli esseri umani, Christopher Ryan e Cacilda Jethá sostengono che la monogamia è una cosa moderna. Storicamente, sarebbe stato comune per le persone avere più partner sessuali, il che sarebbe stato considerato accettabile. Il libro basa i suoi argomenti sull'idea che prima dell'agricoltura si viveva in gruppi autonomi di cacciatori-raccoglitori. Poi, l'agricoltura ha portato ad una maggiore densità di popolazione e una maggiore gelosia e disuguaglianza sociale. Questi gruppi sarebbero stati piccole comunità composte da 15 a 30 persone.

 

Informazioni su Christopher Ryan e Cacilda Jethá

Un marito e una moglie, Christopher Ryan e Cacilda Jethá, hanno il loro background in psicologia e psichiatria, rispettivamente. 

Christopher Ryan è un autore americano che ha scritto la sua tesi di dottorato sulle radici preistoriche della sessualità umana. Questa dissertazione, guidata dallo psicologo umanista Stanley Krippner, ha posto le basi per Sex at Dawn. Da allora, Ryan ha contribuito a Psychology Today, ha ospitato un popolare podcast chiamato Tangentially Speaking e ha tenuto un discorso TED intitolato Are we designed to be sexual omnivores?

Cacilda Jethá è una psichiatra praticante, nata in Mozambico, specializzata in disturbi psicosessuali e terapia di coppia. Ha completato una ricerca sul campo sulla sessualità per l'Organizzazione Mondiale della Sanità ed è coautrice di un blog, con Christopher, per Psychology Today.

  • Risparmiare

Dove tutto è cominciato

"Piuttosto che una spiegazione plausibile di come siamo diventati come siamo, la narrazione standard è esposta come un pregiudizio moralistico contemporaneo confezionato per sembrare scienza e poi proiettato sullo schermo lontano della preistoria, razionalizzando il presente mentre oscura il passato. Yabba dabba doo".

- Christopher Ryan

I nostri pregiudizi limitano la nostra comprensione delle relazioni sessuali del passato

Il libro inizia con gli autori che considerano il nostro lignaggio evolutivo e come le nostre relazioni sessuali e i sistemi di accoppiamento sono stati diversi storicamente. Il libro spiega come sia i ricercatori che il grande pubblico siano colpevoli di "Flintstonizzazione", dove applicano idee e costrutti moderni alle società del passato. Questo modernismo ha portato la maggioranza delle persone ad assumere che la nostra specie è, è sempre stata e sempre sarà prevalentemente monogama. 

La realtà delle relazioni sessuali nel passato

Gli autori spiegano che prima dello sviluppo dell'agricoltura, vivevamo in gruppi egualitari di cacciatori-raccoglitori. All'interno di questi gruppi, l'interazione sessuale sarebbe stata vista allo stesso modo di tutte le altre risorse, come la cura dei bambini, il cibo e la protezione. Durante questo periodo, l'idea del legame di coppia attraverso il matrimonio, le relazioni monogame e la famiglia nucleare erano inesistenti. Questi sono costrutti emersi dopo lo sviluppo delle pratiche agricole e la modernizzazione delle civiltà. 

Ecco alcuni degli esempi forniti dagli autori che sono suggestivi del fatto che abbiamo avuto una storia non monogama:

  • Dimorfismo sessuale umano
  • Vocalizzazione copulativa femminile
  • Dimensione dei testicoli
  • Il nostro moderno appetito per la novità sessuale

I moderni gruppi di cacciatori-foraggiatori possono informare la nostra comprensione delle nostre antiche pratiche di cacciatori-foraggiatori

Gli autori spiegano come all'interno dei moderni gruppi di cacciatori-foraggiatori esistono alcuni comportamenti che sono in linea con le aspettative delle nostre pratiche sessuali storiche. In primo luogo, la selezione maschile non era soggetta alla concorrenza intragruppo; questo perché il sesso non era scarso. Invece, ciò che veniva mercificato in questo periodo era lo sperma. Lo sperma era più critico in questo periodo, in termini di fattori di paternità che di selezione sessuale. All'interno dei moderni gruppi di cacciatori-foraggiatori, questo è chiamato paternità parziaria.

I nostri più vicini antenati evolutivi non sono monogami

"Il sesso per piacere con vari partner è quindi più "umano" che animale. Il sesso strettamente riproduttivo, una volta in una luna blu, è più "animale" che umano. In altre parole, una scimmia eccessivamente arrapata si sta comportando in modo "umano", mentre un uomo o una donna disinteressati al sesso più di una o due volte all'anno sarebbero, in senso stretto, "comportati come un animale".

- Christopher Ryan

Gli autori usano l'esempio dei primati sociali, i nostri parenti evolutivi più vicini, come prova che non siamo esseri naturalmente monogami. Condividiamo fino al 98,4% del nostro DNA con scimpanzé e bonobo. Sottolineano che la monogamia non si trova in nessun gruppo sociale di primati a parte gli umani. Molti comportamenti sociali che vediamo negli esseri umani si trovano anche nei nostri parenti più prossimi, ma la monogamia sembra essere un costrutto puramente umano. E, secondo gli autori, un costrutto umano strettamente moderno. Per esempio, i Bonobo non sono patriarcali ma matriarcali. Le risorse sono condivise molto più equamente, e le femmine mantengono la loro influenza attraverso la gentilezza e l'affetto, formando legami con altri maschi e femmine.

Inoltre, i Bonobo faranno spesso sesso con altri maschi e maschi per risolvere i conflitti, ma anche come un modo per salutare qualcuno. Il sesso non riguarda la riproduzione o le risorse. Un paragone interessante da fare con gli esseri umani è che i Bonobo sono l'unico altro animale nel regno animale che fanno sesso uno di fronte all'altro. Inoltre, sia i Bonobo che gli umani fanno sesso molto più frequentemente degli altri animali; entrambi fanno sesso migliaia di volte per nascita. Sia i Bonobo che gli umani fanno sesso anche quando la femmina non sta ovulando. Esempi simili sono mostrati nei delfini e suggeriscono che le nostre tendenze sessuali naturali potrebbero essere più allineate con gli altri animali sociali non monogami. 

Gli autori affermano che, come i primati, i nostri antenati preistorici utilizzavano il sesso come una moneta, un meccanismo di tamponamento e un modo per mantenere il gruppo in equilibrio. È possibile mantenere la monogamia, ma non è la nostra tendenza naturale. C'è una ragione per cui tutti noi possediamo un impulso sessuale che non è fissato ad un solo compagno e perché le persone spesso non riescono a mantenere una relazione monogama. Anche se le persone mantengono la loro fedeltà durante una relazione, è ancora qualcosa per cui devono lavorare piuttosto che essere la loro tendenza naturale. 

Un riassunto della nostra narrazione moderna e perché non regge

Riassunto della nostra narrazione moderna

La comprensione moderna standard delle relazioni sessuali è che i maschi e le femmine sono ossessionati dal valore di accoppiamento basato sulle capacità riproduttive. 

Questo significa che i maschi cercano:

  • Gioventù e fertilità
  • Assenza di precedenti esperienze sessuali
  • Probabilità di infedeltà

In confronto, le femmine cercano:

  • Segni di ricchezza
  • Prospettive di ricchezza futura
  • Salute fisica
  • Stato sociale
  • Un'alta probabilità che il suo compagno rimanga per proteggere e provvedere ai bambini

Se chi cerca sente che entrambe le parti soddisfano i criteri di cui sopra, allora si accoppiano e stabiliscono un legame monogamo. L'infedeltà è una possibilità dopo questo, però. Le femmine guardano per i segni che lui sta considerando di essere infedele, mentre cercano anche opportunità di riproduzione sessuale con altri uomini geneticamente superiori intorno al loro tempo di ovulazione. I maschi guardano anche per i segni di infedeltà sessuale, ma sono principalmente interessati a sfruttare le opportunità sessuali con altre donne. Il ragionamento dietro queste differenze è che lo sperma è relativamente illimitato, mentre gli ovuli sono limitati. 

Perché non si può fare

Anche se gli autori accettano che queste sono cose generalmente accettate nel mondo moderno, gli autori credono che questi siano sintomi dell'ambiente piuttosto che cose cablate in noi come esseri umani. Questi comportamenti attuali sono guidati dall'accumulo di proprietà e potere privati. La proprietà ha spinto gli esseri umani verso azioni più egoistiche, qualcosa che gli autori credono sia in contrasto con le nostre tendenze naturali. Questi comportamenti egoistici erano caratterizzati dalla monogamia e dal matrimonio. Anche se l'attrazione ha giocato un ruolo, le ragioni più importanti per la monogamia erano lo status e il controllo dei beni che ora erano proprietà privata. Dal momento che gli uomini facevano tutto il lavoro agricolo, le donne avevano perso il loro lavoro di raccoglitrici e ora erano costrette a prendersi cura dei bambini. Diventava ora importante per gli uomini conoscere "i figli che possiedono", per trasmettere loro la vita prosperosa che avevano costruito. L'unico modo per garantire questo era quello di scrutare pubblicamente le donne che avevano rapporti sessuali con partner diversi e il matrimonio.

Inoltre, come cacciatori-raccoglitori, ci saremmo spostati da una zona all'altra, quindi era improbabile che si potessero sviluppare relazioni a lungo termine. Lo sviluppo dell'agricoltura ha fatto sì che il vagabondaggio fosse meno necessario e che si potessero sviluppare relazioni monogame a lungo termine.

La spinta verso la proprietà ha represso il naturale impulso sessuale delle donne

"Prima della guerra alla droga, la guerra al terrorismo o la guerra al cancro, c'era una guerra al desiderio sessuale femminile. È una guerra che infuria da molto più tempo di qualsiasi altra, e le sue vittime sono ormai miliardi. Come le altre, è una guerra che non potrà mai essere vinta, perché il nemico dichiarato è una forza della natura. Potremmo anche dichiarare guerra ai cicli lunari".

- Christopher Ryan

Come detto in precedenza, gli autori hanno evidenziato che quando la proprietà privata è diventata comune, gli uomini hanno trovato modi per impedire alle donne di fare sesso con partner diversi. Uno di questi, il controllo pubblico, ha finito per stigmatizzare il piacere sessuale delle donne per secoli. Contemporaneamente alla creazione del matrimonio e all'idea di famiglia, è stata introdotta l'idea che la libido delle donne sia inferiore a quella degli uomini. Gli autori sottolineano che questo è in definitiva sbagliato. Sia gli uomini che le donne, in media, hanno la stessa libido. 

Come l'agricoltura ha rovinato la nostra dieta e la nostra vita sessuale

Gli autori sostengono anche che questa transizione è stata in definitiva dannosa per la nostra dieta e la nostra vita sessuale. Prima mangiavamo qualsiasi cosa che trovavamo di commestibile; questo significava che avevamo una grande varietà di cibi e nutrienti. La produzione di massa di una cosa, incoraggiata dallo sviluppo dell'agricoltura, ha avuto un enorme impatto sulla nostra salute. 

Quindi, gli autori affermano che circa 10.000 anni fa, gli esseri umani svilupparono pratiche agricole che influenzarono l'ambiente e ci spinsero verso comportamenti moderni e monogamici. Questi comportamenti sono descritti come moderni perché 10.000 anni sono pochi se consideriamo da quanto tempo esiste l'Homo Sapiens. Le stime più recenti ritengono che l'Homo Sapiens esista da 200.000 anni. Pertanto, questo suggerirebbe che abbiamo trascorso la maggior parte dell'esistenza della nostra specie in società non monogame, con solo circa 6% trascorso in società monogame. Inoltre, è importante notare che questo è un periodo troppo breve per noi per essere evolutivamente cambiati verso l'essere naturalmente spinti ad adottare la monogamia. 

Gli esseri umani sono naturalmente egualitari e altruisti

"Quando non puoi bloccare l'accesso delle persone al cibo e al riparo, e non puoi impedire loro di andarsene, come puoi controllarle? L'egualitarismo politico onnipresente dei foraggiatori è radicato in questa semplice realtà".

- Christopher Ryan

La caratteristica tipica associata agli umani è l'egoismo, legato all'idea della sopravvivenza del più adatto. Tuttavia, la sopravvivenza del più adatto non significa sempre che vince l'individuo più adatto, ma che vince il gruppo più adatto, che sia un individuo o una combinazione di individui. Gli autori sostengono che gli esseri umani sono più altruisti ed egualitari di quanto ci diamo credito. Spesso la condivisione è l'approccio evolutivamente più adattivo per gli esseri umani, poiché distribuisce il rischio delle decisioni tra un gruppo di individui piuttosto che su un solo individuo. 

Come i nostri corpi si sono adattati ad avere più partner sessuali

Gli autori hanno spiegato diversi modi in cui i nostri corpi si sono evoluti per avere più partner sessuali, piuttosto che uno solo. Questi sono alcuni di essi.

  1. I testicoli di un uomo sono conservati fuori dal corpo. La ragione di questo è che lo sperma è mantenuto ad una temperatura ottimale
  2. La forma del pene è per un'alta precisione dello sperma
  3. Le donne che gemono forte potrebbero essere un richiamo per attirare altri uomini
  4. Le donne impiegano più tempo per raggiungere l'orgasmo e possono fare sesso più a lungo, poiché questo massimizza i potenziali partner

Punti conclusivi 

Gli autori concludono che la monogamia può funzionare, ma non è l'unica opzione. Concludono che il minimo che possiamo fare è essere onesti sul nostro lignaggio e sfidare l'opinione prevalente che siamo naturalmente un essere monogamo. Invece, probabilmente, la monogamia non è la nostra tendenza naturale, ma potrebbe essere l'approccio più adattivo per alcuni nel mondo moderno. 

Riassunti di libri correlati

L'accoppiamento in cattività

La verità

I sette principi per far funzionare il matrimonio

Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere

Romanzo moderno

La via dell'uomo superiore

Conversazioni difficili

Come pensare di più al sesso

Kamasutra

Non più Mr. Nice Guy

I 5 linguaggi dell'amore

L'arte della seduzione

Bonk

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.