Michael Gerber Il mito di E-Myth Revisited riassunto PDF
 |  |  |  |  | 

Il mito di E-Myth Revisited - Riassunto e approfondimenti - Michael Gerber

Perché la maggior parte delle piccole imprese non funziona e cosa fare al riguardo

Michael Gerber Il mito di E-Myth Revisited riassunto PDF

La vita si dà da fare. Ha L'e-mito rivisitato è stato nella vostra lista di lettura? Scoprite subito le intuizioni chiave.

Stiamo grattando la superficie in L'e-mito rivisitato riassunto. Se non avete già il famoso libro di Micheal E. Gerber sulla gestione e l'imprenditorialità, ordinalo qui o ottenere l'audiolibro gratuitamente per conoscere i dettagli succosi.

Introduzione

Vi siete mai chiesti perché l'80% delle piccole imprese fallisce entro i primi cinque anni? L'e-mito rivisitato spiega il mistero. Tutto ha inizio con un mito: il Mito dell'Imprenditore (E-Myth), che presuppone che chiunque avvii un'attività sia un imprenditore. Ma la realtà è ben lontana da questo.

 Il libro illustra le fasi della vita di un'impresa. Inoltre, mostra come applicare le lezioni del franchising a qualsiasi attività. Michael Gerber traccia una linea cruciale tra il lavoro su la vostra attività e il vostro lavoro in it. Nel corso del libro, imparerete a superare gli ostacoli e a raggiungere il successo a lungo termine. Gerber offre consigli preziosi su come eludere le trappole ordinarie e scalare le vostre imprese. 

Passiamo in rassegna i punti chiave, le intuizioni e le strategie per un'attività di successo a lungo termine. 

Ascolta il riassunto dell'audiolibro de Il mito dell'E-Myth rivisitato

Informazioni su Michael Gerber

Michael Gerber è un autore americano e fondatore della Michael E. Gerber Companies. Dirige una società di formazione sulle competenze aziendali con sede a Carlsbad, in California. Inc. Magazine lo definisce "il guru delle piccole imprese #1 al mondo". 

Gerber ha iniziato oltre 40 anni fa, rispondendo a un'esigenza significativa nel mercato delle piccole imprese. La sua azienda ha aiutato innumerevoli imprese a diventare aziende di livello mondiale.

Gerber è autore di 28 libri di coaching e 19 libri E-Myth Vertical con esperti del settore. Il suo Camera dei sogni è un luogo dove i futuri imprenditori vengono a scoprire come trasformare i loro sogni in realtà. 

StoryShot #1: Capire un business non significa che capirai business simili

Il mito di E-Myth è il mito dell'imprenditore. Il mito dice che se si conosce il modo in cui un'azienda svolge il suo lavoro tecnico, si può capire qualsiasi azienda che lo fa. Questo falso presupposto è la causa principale di molti fallimenti aziendali. Gerber descrive il "sequestro imprenditoriale" come il momento in cui i lavoratori decidono di diventare il capo di se stessi. 

In questa fase, gli imprenditori possono farsi travolgere dall'entusiasmo e dall'idealismo. Si concentrano sulle competenze tecniche, supponendo che garantiscano il successo dell'impresa, sottovalutandone la complessità. 

Molti imprenditori cadono nella trappola di lavorare "nella" azienda piuttosto che "sulla" azienda. Spesso non hanno sistemi o processi chiari, si fanno prendere dalle attività quotidiane, lavorano a lungo e indossano più cappelli. Questo approccio di microgestione limita la loro capacità di scalare, crescere e raggiungere il successo a lungo termine.

StoryShot #2: I proprietari di aziende possiedono una miscela di tre personalità contrastanti

Chiunque si metta in affari ha una combinazione di tre personalità: l'imprenditore, il manager e il tecnico. Questi tre ruoli possono creare problemi, poiché sono continuamente in conflitto tra loro. 

  1. L'Imprenditore: Questa parte è associata a una personalità visionaria e creativa. Gli imprenditori desiderano il controllo.
  2. Il manager: I manager sono pragmatici e iperconcentrati sulla pianificazione, l'ordine e la prevedibilità. La vostra personalità di manager desidera l'ordine.
  3. Il tecnico: Il tecnico è caratterizzato dal fare e dall'armeggiare.

Queste personalità non si manifestano in proporzioni uguali. Quindi, a volte alcune personalità possono dominare a scapito di altre. Il tipico proprietario di una piccola impresa è per il 10% imprenditore, per il 20% manager e per il 70% tecnico.

Molti piccoli imprenditori iniziano la loro attività prevalentemente come tecnici. Gli imprenditori avviano attività basate sulle loro competenze, come la panificazione, l'idraulica o la grafica. Ma per costruire un'azienda di successo, gli imprenditori devono bilanciare tutte e tre le personalità. Un imprenditore deve portare visione e innovazione, un manager deve essere organizzato e un tecnico deve sapere cosa sta facendo. Non è possibile scalare la propria attività in modo efficace se si trascura una di queste personalità.

StoryShot #3: Fare ciò che il tuo business ha bisogno

La maggior parte delle aziende viene gestita in base a ciò che il proprietario vuole, anziché in base alle esigenze dell'azienda. Fare ciò che si vuole invece di ciò che serve all'azienda è un errore che la condanna. Questo errore è spesso associato all'ingresso nella fase della personalità del tecnico. 

Un'azienda ha tre fasi di crescita: 

  • infanzia, 
  • adolescenza, 
  • e maturità.

Nella fase iniziale, il titolare dell'azienda deve essere un maestro della giocoleria. Gestisce tutte le parti dell'azienda. Questa fase termina non appena l'imprenditore si rende conto che l'azienda deve passare alla fase di transizione ed evolversi per sopravvivere. Questa transizione è spesso estremamente pericolosa.

Ogni azienda adolescente raggiunge un punto in cui si spinge oltre la propria zona di comfort. È una zona sicura in cui i dipendenti si sentono in controllo. Prepararsi alla crescita è la chiave per diventare un'azienda matura. Questa preparazione richiede la formazione di se stessi. Quando l'azienda cresce, le sue fondamenta e la sua struttura sono in grado di gestire il peso aggiuntivo. 

Un'azienda matura si differenzia da un'azienda adolescente perché inizia in modo diverso. Si basa sulla costruzione di qualcosa che funziona senza fare affidamento solo su di voi. Ciò significa che le aziende mature iniziano in realtà come aziende mature. Fin dall'inizio, capiscono cosa è necessario per arrivare dove vogliono. 

StoryShot #4: Chiedere aiuto quando ne hai bisogno

La fase dell'adolescenza aziendale inizia quando si decide di richiedere un aiuto tecnico. Quando non si hanno competenze in un'area specifica, si può aver bisogno dell'esperienza di qualcun altro. In questa fase, l'azienda passa dal caos alla struttura, diventando scalabile.

Gli imprenditori spesso indossano molti cappelli e fanno molte cose da soli nelle fasi iniziali. Gestiscono tutti gli aspetti dell'attività, dalle operazioni al marketing, alle finanze. Tuttavia, quando l'azienda cresce, questo approccio diventa insostenibile e impedisce un'ulteriore espansione. 

Il problema più comune associato a questa fase è la gestione per abdicazione. In questa posizione, il titolare delega i compiti ai dipendenti ma trascura la supervisione del progetto. Una volta sopraffatto, il titolare deve riprendere a destreggiarsi tra i compiti quando i dipendenti sono in difficoltà. La soluzione a questo problema consiste nel coinvolgere la personalità del manager.

StoryShot #5: Cerca soluzioni quando il tuo business cresce oltre le tue capacità

La vostra zona di comfort è il confine in cui vi sentite sicuri delle vostre capacità come imprenditori. Questi confini possono variare a seconda del mix delle tre personalità. 

  • Se siete un tecnico, il vostro limite si riferisce a quanto potete fare da soli. 
  • Se siete un manager, il vostro limite si riferisce al numero di tecnici che potete supervisionare efficacemente. 
  • Se siete un imprenditore, il vostro confine si riferisce a quanti manager potete coinvolgere per perseguire la vostra visione.

Quando l'attività supera il controllo del carico di lavoro, emergono tre soluzioni:

  1. Tornare piccoli - Tornare ad essere un'impresa gestita da un tecnico, cioè l'infanzia dell'impresa.
  2. Going for broke - Far crescere il business fino a quando alla fine si autodistrugge per il suo stesso slancio.
  3. Sopravvivenza adolescenziale - Adattarsi e cambiare per soddisfare le esigenze crescenti della vostra azienda.

L'approccio più importante come proprietario di un'azienda è quello di rimanere istruito con un piano chiaro.

StoryShot #6: ottenere stabilità e controllo attraverso l'integrazione sistematica

Secondo il modello di Gerber, un'azienda matura è quella che ha raggiunto una fase di stabilità e controllo. Ha stabilito sistemi, processi e fasi chiare e mirate. In questa fase, l'azienda ha un senso dello scopo e della direzione, sapendo come andare avanti. 

La chiave per superare questa fase è avere una mentalità imprenditoriale. In questa prospettiva, il cliente viene prima di tutto, non la visione aziendale. Si sposta l'attenzione dalle operazioni interne alle dinamiche di mercato e alle richieste dei clienti.

Un'azienda matura ha il controllo e conosce il passo successivo necessario per arrivare dove vuole. Questa fase dell'attività richiede di sfruttare la propria prospettiva imprenditoriale. Non si tratta di partire da un'immagine dell'attività da creare. Si tratta piuttosto del cliente, per il quale si sta creando l'attività. La prospettiva imprenditoriale vede l'azienda come una rete di parti integrate. Questi componenti si combinano per produrre un risultato pianificato e desiderato. 

StoryShot #7: Vendere il modello di business

Gli imprenditori devono vendere il modello di business, non solo i prodotti o i servizi. Ciò implica la vendita di prodotti e servizi oltre al modello aziendale stesso. Il solo fatto di avere un buon prodotto/servizio non garantisce automaticamente il successo o i clienti. Spesso si crede che se si ha un buon prodotto o servizio, i clienti arriveranno automaticamente e l'azienda prospererà. Ma questo è un approccio sbagliato.

Invece di pensare come imprenditori, pensate come sviluppatori di franchising. I potenziali affiliati possono acquistare un modello di business replicabile e scalabile dagli sviluppatori di franchising. I modelli di business che utilizzano sono attraenti, prevedibili e facili da replicare. 

I proprietari di aziende dovrebbero affrontare le loro attività con la stessa mentalità. Nello sviluppo di sistemi, processi e procedure, devono documentarli e assicurarsi che possano essere replicati. I sistemi devono riguardare il marketing, le vendite, le operazioni, il servizio clienti e altro ancora. 

Prendendo come esempio Ray Croc, egli è stato fondamentale per la crescita di McDonald's come azienda. Ray si rese conto che l'hamburger non era il suo prodotto, ma McDonald's. Invece di concentrarsi sulla vendita di hamburger, ha sfruttato questa conoscenza per vendere franchising. Ecco perché McDonald's si definisce la piccola impresa di maggior successo al mondo. McDonald's ha creato un modello da emulare per le piccole imprese.

Valutazione

Valutiamo L'e-mito rivisitato 4.1/5.

Come giudica il libro di Michael Gerber in base a questo riassunto?

Clicca per valutare questo libro!
[Totale: 4 Media: 4.5]

The E-Myth Revisited PDF, audiolibro gratuito, infografica e riassunto animato del libro

Questa era la punta dell'iceberg. Per entrare nei dettagli e sostenere Micheal E. Gerber, ordina il libro o ottenere l'audiolibro gratuitamente.

Vi è piaciuto quello che avete imparato qui? Condividete per dimostrare che vi interessa e fatecelo sapere contattando il nostro supporto.

Nuovo di StoryShots? Ottenete il PDF, le versioni audio e animate gratuite di questa analisi e recensione di L'e-mito rivisitato e centinaia di altri libri di saggistica bestseller nel nostro app gratuita di alto livello. È stato descritto da Apple, The Guardian, The UN, e Google come una delle migliori app di lettura e apprendimento al mondo.

Riassunti di libri correlati

Il mito di E-Myth Revisited Riassunto del libro PDF Michael Gerber
  • Risparmiare

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.